Anni difficili (1948)

Regia: Luigi Zampa - Soggetto: da Il vecchio con gli stivali di Vitaliano Brancati - Sceneggiatura: Sergio Amidei, Vitaliano Brancati, Franco Evangelisti, Enrico Fulchigioni - Fotografia: Carlo Montuori - Musica: Franco Casavola - Montaggio: Eraldo Da Roma (Eraldo Judiconi) - Scenografia: Ivo Battelli - Costumi: Giuliana Bagni - Operatore: Marco Montuori - Produzione: Briguglio Film - Origine: Italia - Durata: 115'

 

Interpreti: Umberto Spadaro (Aldo Piscitello), Massimo Girotti (Giovanni), Ave Ninchi (Rosina), Milly Vitale (Maria), Odette Bedogni [poi Delia Scala] (Elena), Ernesto Almirante (il nonno), Enzo Biliotti (il podestà)



Il film:

«Io spero che la commedia del costume non sia presa come un’accusa agli Italiani, ma piuttosto come una confessione comune, perché anch’io a quella commedia partecipai... Ridere dei propri difetti è la migliore virtù dei popoli civili; anzi, dirò di più: il segno più chiaro della civiltà di un popolo è il fatto che esso non lascia agli altri la prerogativa di mettere a nudo i suoi difetti.»

Vitaliano Brancati, Almanacco del cinema italiano, 1948

 

Il restauro:

Il restauro de Gli anni difficili di Luigi Zampa, è stato realizzato a partire da una copia positiva d'epoca in nitrato, conservata presso la Fondazione Cineteca Italiana di Milano, e da un controtipo safety conservato presso il British Film Institute di Londra.

Il restauro è stato realizzato in digitale senza duplicare alcun materiale fotochimicamente poiché le copie erano in buone condizioni fisiche, tali da poter essere scansionate a risoluzione 2K. Dopo il digital cleaning, che ha eliminato le righe e le spuntinature, la color correction è stata effettuata utilizzando la copia positiva d'epoca di Milano come reference. Il film recording è stato effettuato su film stock bianco e nero Kodak 2234.

Per il restauro digitale dell'audio è stata utilizzata, oltre alla copia di Milano, anche una copia positiva safety conservata presso la Cineteca Svizzera di Losanna. Entrambe le colonne erano a densità variabile e sono state rispettate le peculiarità della produzione dell'epoca, quali  caratteristiche del doppiaggio, dinamiche della colonna sonora e missaggio.

Il restauro è stato realizzato in collaborazione dal Museo Nazionale del Cinema di Torino, dalla Fondazione Cineteca di Bologna e dalla Fondazione Cineteca Italiana e presentato in anteprima alla 65° Mostra del cinema di Venezia.

 

La lavorazione è stata eseguita presso il laboratorio L'Immagine Ritrovata di Bologna nel 2008.

 



indietro
In dettaglio
Vedi anche